La storia

PASQUALE MARIGLIANO E LA SUA FILOSOFIA DEL GUSTO

Lo guardi lavorare e scopri quell’ingrediente misterioso che poi cosi tanto segreto non è perché la sua dedizione, che caratterizza ogni sua creazione, è visibile a chiunque gli stia accanto, anche per poco. E se Truffaut era convinto che a sei anni sappiamo già chi saremo, mai frase fu più azzeccata per Pasquale Marigliano, che da quando, piccolissimo, ha scoperto la sua vocazione per la Pâtisserie non ha più smesso di inseguire il suo sogno.

Nelle pasticcerie della sua zona, matura talento, passione e comincia il percorso di conoscenza del territorio. Un percorso fatto di sacrifici, di scelte coraggiose, di determinazione e convinzione. Arriva cosi, quasi naturalmente, la decisione di espatriare con in tasca le sue ambizioni e quella sete di apprendere che non può che guidarlo fino a Parigi, Mecca del gusto per chiunque decida di intraprendere quest’arte.

I luoghi del gusto

Dicembre 2016: la svolta … Pasquale Marigliano apre a Nola, uno show room di 400mq dove da libero sfogo alla sua creatività attraverso una prima colazione lavorata rigorosamente con il burro, passando per la pasticceria salata senza dimenticare le sue prelibatezze italo-francesi e la cioccolateria. Con il titolo “Pasticciere dell’Anno 2016/2017” – Premio alla Carriera, assegnato dall’AMPI, viene consacrato il suo impegno constante e profuso nella ricerca di una pasticceria genuina rivisitata in chiave moderna.

A fare da contorno, la persuasione che l’idea corrente di pasticceria, soprattutto quella napoletana può e deve cambiare insieme ad essa, idee, gusti e abitudini. E se questo significa rinunciare ad accontentare tutti, dimostra però pienamente quella passione che non è disposta a scendere a compromessi e che proprio per questo, ha già conquistato molti estimatori anche all’estero come in Spagna e in Russia.